COVID-19.

Aggiornamento dell’ 01.07.2020 – NESSUNA LIMITAZIONE PER GLI ITALIANI PER LA RIAPERTURA IN TUNISIA.

Per i cittadini italiani che vorranno andare in Tunisia, non ci sono misure di contenimento in merito alle disposizioni sul covid-19. La lista fatta dal ministero della Sanità di Tunisi verrà aggiornata settimanalmente in funzione alla situazione pandemica di ciascuna nazione del mondo.

Per quanto riguarda l’Italia, è stata dichiarata come verde, quindi con un basso tasso di contagio da Covid-19.
Data la prossima riapertura delle frontiere, in programma per Sabato, le autorità tunisine hanno mostrato le indicazioni che che dovranno essere rispettate da tutti.

Le varie nazioni di origine, verranno identificate con alcuni colori in base alla criticità del rischio di contagio da Covid-19. Tali considerazioni vengono effettuate dall’Osservatorio nazionale per le malattie nuove ed emergenti, il quale provvederà a categorizzare i vari paesi Paesi che hanno dichiarato il termine del lockdown e l’apertura dei relativi confini.

La classificazione sopra indicata, sarà divulgata direttamente tramite il web del ministero della Salute ed aggiornata settimanalmente in base alla situazione di contagio in ciascun Paese.

Le persone che arriveranno in Tunisia da nazioni con un contenuta pericolosità (quindi i paesi che avranno classificazione verde) non saranno sottoposti a nessuna misura preventiva anticovid.

Le persone che provengono da posti con una classificazione arancione, quindi con un rischio controllato, saranno comunque costretti a consegnare o comunque a mostrare i risultati di un esame specifico, esattamente il esame PCR, 72 ore prima dell’orario di volo (massimo 120 ore rispetto all’ora di arrivo sul suolo tunisino).

Infine, coloro i quali faranno parte delle nazioni con criticità alte, quindi con la classificazione rossa, dovranno anch’essi presentare l’esame PCR, con le solite condizioni sopra riportate ed in più rispettare una quarantena imposta dalle autorità per un periodo di 7 giorni in una struttura dedicata. Successivamente verrà effettuato un nuovo controllo prima di passare un altro periodo di isolamento di sette giorni in casa.

Tutti i turisti hanno l’obbligo di riempire un modulo, presente online, che attesti precisamente le condizioni di salute, prima di lasciare il paese di partenza.

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi con i tuoi contatti!

Condividi con i tuoi contatti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: