Una settimana in Tunisia

Una settimana in Tunisia

Una bellissima settimana di vacanza in Tunisia è l’ideale per conoscere i luoghi storici e religiosi che conservano importanti testimonianze del passato del paese, tuttora ben conservati. La Tunisia infatti non è soltanto mare ma offre  splendidi siti archeologici romani, villaggi berberi e arabi, il deserto e le regali città con le caratteristiche medine e gli scenografici mercati. 

Organizzare un viaggio di 7 giorni è dunque l’occasione giusta per vedere luoghi e scenari differenti visitando Tunisi, Testour, Dougga, Cartagine, Kairouan, Sidi Bou Said, El Jem, Matmata, Douz, Chott El Jerid, Tozeur e Sbeitla. 

Itinerario di viaggio di 7 giorni in Tunisia

Per poter godere delle meraviglie naturali, storico-artistiche e culturali che la Tunisia offre il viaggio organizzato è la soluzione migliore in quanto tutto è prestabilito e si possono vedere molti luoghi. 

Italia – Tunisi (1° giorno)

Il primo giorno è quello del viaggio dall’Italia alla Tunisia. In genere si predilige l’aereo con volo diretto da una delle città italiane. All’arrivo è auspicabile avere un’auto a noleggio in modo da rendere più agevole il trasferimento verso l’hotel ed eventuali spostamenti interni. La si può prenotare direttamente dall’Italia oppure all’arrivo in aereoporto. 

Anche il viaggio in nave con auto al seguito è un’opzione molto diffusa ed è possibile dai porti di Genova, con CTN (Compagnia di Navigazione Tunisina) o con Grandi Navi Veloci. Da Civitavecchia, passando per Palermo, si arriva a Tunisi anche con le Linee Lauro Medmar. 

Tunisi – Testour – Dougga (2° giorno, 180 km)

Mattinata dedicata alla visita del museo del Bardo di Tunisi. Qui sono presenti importanti reperti archeologici e bellissimi mosaici di origini romane molto ben conservati. E’ possibile vedere all’interno il mosaico più grande del mondo. Dopo aver visitato il museo, edificio luminoso e molto interessante, si parte per Testour

La cittadina è pervasa dall’atmosfera spagnola, visto che qui i Mori vennero dopo la loro fuga dalla Spagna. Da non perdere la Grande Moschea in stile “mudejar”. A seguire ci si sposta a Dougga, sito archeologico di importanza mondiale per i suoi resti romani. Qui sono da ammirare le Terme di Licinio, il Campidoglio, il tempio di Saturno, il mausoleo di Massinissa, l’anfiteatro e il tempio di Minerva. 

Medina di Tunisi – Cartagine- Sidi Bou Said (3° giorno, 300 km)

La Medina della capitale merita una visita accurata. E’ la parte vecchia della città dove si mescolano influenze di popoli diversi. Per le strette vie e i souq con merci di tutti i tipi sarà piacevole trovare oggetti d’artigianato locale. Il pomeriggio sarà dedicato alla scoperta di Cartagine, diventata patrimonio mondiale dell’Unesco, con l’antica necropoli della Cartagine punica. 

Il viaggio prosegue poi per Kairouan, una delle città sante dell’Islam. Nell’arrivarci è d’obbligo una sosta al borgo di Sidi Bou Said, ricco palazzi dipinti in bianco e blu. Kairouan sarà la città dove cenare e trascorrere la notte. 

Kairouan – El Jem – Marmata – Douz (4° giorno, 390 km)

La giornata comincia con la visita della città dal passato ricco di storia che si respira tutt’ora. La visita della Moschea Okba vi lascerà incantati davanti a tanta bellezza. Colonne romane e capitelli corinzi e un grande minareto sono le caratteristiche principali di una delle più antiche moschee del mondo. 

La tappa successiva è El Jem, dove potrete visitare uno splendido anfiteatro romano, ottimamente conservato. A seguire si raggiunge Matmata, situata in un contesto naturale unico. Qui è stato girato il film Guerre Stellari  e nella parte vecchia potrete osservare le tipiche case trogloditiche create nel sottosuolo. In serata arrivo e sistemazione a Douz. 

Douz – Chott El Jerid – Tozeur (5° giorno, 120 km)

Finalmente noterete un paesaggio diverso e sarà quello del deserto. Si, perchè Douz è anche chiamata la porta del Sahara, vista la sua prossimità al deserto. E’ un’oasi di palme dove trovare ottimi oggetti dell’artigianato locale e dove vedere il museo del Sahara, che custodisce testimonianze della cultura berbera e nomade. 

Per giungere a Tozeur si attraversa l’area desertica di Chott El Jerid. Tozeur è una città famosa per i buonissimi datteri e dove si possono ammirare i palmeti che li producono. Molto bello il quartere di Ouled – El – Hadef, rimasto uguale a com’era nel XVI secolo. 

Tozeur – Sbeitla – Tunisi (6° giorno, 325 km)

Il mattino del penultimo giorno si lascia Tozeur per proseguire il viaggio alla scoperta delle località tunisine più importanti. Sbeitla ospita il sito archeologico ocra in cui poter vedere il Campidoglio, il Foro, la piazza lastricata. Ci sono anche i resti delle terme, di un teatro e di un arco di trionfo. Nel primo pomeriggio si riparte alla volta di Tunisi dove si rientrerà in serata.  

Tunisi – Italia (7° giorno)

Come all’andata il ritorno in Italia avverrà con l’aereo o con la nave, a seconda del mezzo di trasporto prescelto. Si lascerà dunque dopo la prima colazione l’hotel per dirigersi in aereoporto oppure al porto. 

Offerte, prezzi e prenotazione

Per trascorrere una vacanza di una settimana in Tunisia dovresti prenotare prima almeno 3/4 mesi prima della data di partenza cosi da ottenere i migliori prezzi dei voli e hotel.

Presso le seguenti pagine troverete le migliori soluzioni di viaggio per la Tunisia da prenotare con pochi click.

Pin It on Pinterest

Share This